Pedaggi Gra, stop del Tar ai rincari

pedaggiograsliderLa sentenza blocca gli aumenti. “Non si tiene conto di chi si serve delle arterie di interconnessione”

Possono tirare un sospiro di sollievo gli automobilisti romani: il Tar del Lazio ha disposto l’annullamento degli aumenti delle tariffe sulle strade che si interconnettono con autostrade e raccordi autostradali in gestione diretta dell’Anas, compreso il Grande Raccordo Anulare di Roma.

Secondo il Tribunale amministrativo il decreto, datato 25 giugno 2010, sarebbe stato adottato in violazione alle disposizioni comunitarie in materia, nonché alla “norma nazionale di recepimento delle stesse”, poiché avrebbe determinato “forfettariamente la maggiorazione per le classi di pedaggio, a prescindere peraltro dall’effettivo uso dell’infrastruttura”. In sostanza, il decreto non avrebbe tenuto conto dei cittadini che, quotidianamente, si servono delle arterie di interconnessione senza prendere l’autostrada.

La pronuncia del Tar è avvenuta a seguito dei ricorsi congiunti presentati dalle province di Roma, Firenze, Rieti, Ferrara e Pescara, nonché dalla regione Toscana, dal comune di Fiano Romano e dal Movimento dei cittadini.

La decisione è una “vittoria dei cittadini contro un grave sopruso che avrebbe colpito in modo indiscriminato i lavoratori, il sistema delle imprese e gli studenti in un momento di grave crisi economica”: così il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti. Per questo, conclude Zingaretti, la Provincia ha portato avanti la battaglia contro una misura “iniqua, in difesa del sacrosanto diritto dei cittadini di spostarsi senza dover subire tasse ingiuste imposte per far quadrare i conti dello Stato e con una volontà punitiva, in particolare, nei confronti di Roma e della sua area metropolitana”. Un plauso al provvedimento del Tar arriva anche dal presidente del Consiglio regionale Esterino Montino, secondo cui la sentenza di oggi “evita una palese ingiustizia e boccia il Governo Berlusconi, una nave alla deriva senza più timone”.

L’annullamento dei rincari riguarda le tariffe attualmente in vigore su 12 segmenti autostradali per un totale di 953 km e 12 raccordi, per 362,9 km complessivi. Tra i percorsi interessati, oltre al Gra, la tratta che collega Torino all’aeroporto di Caselle, la Tangenziale Nord di Bologna, la Firenze-Siena e l’arteria Roma-Aeroporto di Fiumicino.

Potrebbero interessarti anche