Cassa Depositi e Prestiti, via libera al piano industriale

SoldiL’Ente nel prossimo triennio immetterà nel sistema economico nuove risorse per 40 miliardi di euro

 

ROMA – La Cassa Depositi e Prestiti ha approvato il Piano industriale 2011-2013 e ha annunciato che nel prossimo triennio immetterà nel sistema nuova risorse per oltre 40 miliardi di euro, rispetto ai 33 miliardi del triennio precedente, con un aumento del 29 per cento. Rispetto ai risultati patrimoniali ed economici attesi, “il triennio 2011-2013 – si legge in una nota – chiuderà con risultati in crescita”.

In particolare, “lo stock di impieghi alla clientela aumenterà di 108 miliardi di euro rispetto ai 92 stimati a fine 2010; la raccolta postale si attesterà a 256 miliardi di euro dai 207 stimati a fine 2010 mentre la raccolta di mercato sarà consolidata, raggiungendo la soglia di 12 miliardi”. Inoltre, l’utile netto aumenterà a circa 2 miliardi annui e si rafforzerà la patrimonializzazione, che si attesterà a 18 miliardi.

“Il piano – si legge – punta ad un consolidamento del ruolo della Cassa quale operatore di riferimento nella finanza a lungo termine”. Per raggiungere l’obiettivo, la Cdp dovrà “rispondere alle sfide poste dall’evoluzione del mercato nel prossimo triennio”, e in particolare a quelle relative alla “riduzione a livello globale della disponibilità di risorse rispetto al crescente fabbisogno di investimenti e ad un possibile aumento del costo del capitale”. Continuare a fornire un contributo determinante al finanziamento degli investimenti degli enti territoriali e assumere il ruolo di catalizzatore dello sviluppo delle infrastrutture sono tra gli obiettivi che la Cassa ha fissato per il futuro.

Potrebbero interessarti anche