Equitalia, il Lazio è la seconda regione per evasione fiscale

fisco-sliderAumentata del 15% la riscossione dei tributi rispetto al 2009. Milano, Roma e Napoli le città con più evasori

 

ROMA – Nel 2010 la riscossione dei tributi è salita a 8,9 miliardi con un incremento del 15 per cento rispetto allo scorso anno. E il 20 per cento è stato recuperato dai grandi debitori. Lo rende noto Equitalia, la società pubblica incaricata della riscossione dei tributi, che spiega che i maggiori incassi sono arrivati da Lombardia, Lazio e Campania. I dati sulla riscossione, in particolare, indicano un incremento complessivo del 15 per cento rispetto al 2009 e del 27 per cento rispetto al 2008 tra imposte, tasse e contributi non pagati dai contribuenti e dovuti ai vari enti creditori.

Tra le regioni, dicevamo, i maggiori importi riscossi arrivano dalla Lombardia, con 1,9 miliardi di euro. Al secondo posto il Lazio, dove il recupero delle somme è ammontato a oltre 1,2 miliardi. Seguono Campania (869 milioni) e Toscana (722 milioni). Tra le città, a Milano sono stati recuperati circa 1,1 miliardi di euro, a Roma quasi un miliardo, a Napoli 473 milioni e a Torino 389 milioni. “L’affinamento delle attività di riscossione, grazie anche alle sinergie messe in atto con l’Agenzia delle Entrate, l’Inps e la Guardia di Finanza – si legge in un comunicato – ha consentito di ottenere un significativo incremento delle somme recuperate dalle morosità rilevanti. Rispetto al 2009 – si legge ancora – sono aumentati del 17 per cento gli incassi da chi ha debiti oltre i 500mila euro, per un importo complessivo che ha rappresentato il 20 per cento del totale riscosso”.

L’elemento principale che ha condotto al record di recuperi è stata certamente la rateizzazione delle cartelle esattoriali, che ha consentito ai contribuenti in difficoltà di regolarizzare la propria posizione “un tanto al mese”. In particolare, al 31 dicembre le rateizzazioni concesse hanno raggiunto quota un milione per un importo che ha superato i 14 miliardi di euro.

Potrebbero interessarti anche