Lavoro, Inps: “Ripresa debole ma costante”

lavoro-sliderLe ore di Cig richieste a febbraio 2011 aumentano rispetto a gennaio, ma in un anno diminuiscono del 27,3%

 

ROMA – Il mercato del lavoro italiano non gode ancora di buona salute ma i dati appena diffusi dall’Inps confermano un leggero trend positivo rispetto al 2010. In particolare, le rilevazioni riguardanti le richieste di cassa integrazione a febbraio di quest’anno hanno fatto registrare un aumento del 17,2 per cento rispetto al mese precedente, in cui si era verificata una forte frenata, ma una diminuzione del 27,3 per cento rispetto a febbraio 2010.

Nell’ultimo mese – segnala l’Inps – sono state autorizzate 70,6 milioni di ore di cassa integrazione alle aziende a fronte dei 60,3 milioni di ore registrati a gennaio, ma l’Istituto precisa che il “rimbalzo” era atteso. Il raffronto risulta invece positivo se si considera che a febbraio 2010 furono concesse 97,1 milioni di ore. Inoltre, nei primi due mesi dell’anno le ore autorizzate sono state 130,9 milioni a fronte di 178 milioni dei primi due mesi del 2010, con un calo del 26,5 per cento.

La cassa integrazione ordinaria (Cigo) diminuisce del 51 per cento rispetto a febbraio 2010 (19,2 milioni di ore contro 39,1) mentre le ore autorizzate di cassa straordinaria (Cigs) si riducono del 17 per cento (da 35,1 milioni di ore nel febbraio 2010 a 29,1 milioni nel febbraio 2011). Sono in lieve flessione (-2,6 per cento) rispetto allo scorso anno anche le richieste di cassa in deroga (Cigd). L’Inps segnala, inoltre, che i settori che hanno drasticamente frenato il ricorso alla cassa integrazione sono l’industria e l’artigianato.

Commentando i risultati complessivi, il presidente dell’Inps Antonio Mastrapasqua afferma che “si tratta di una diminuzione consistente, più di un quarto rispetto all’anno scorso, che conferma i segnali di ripresa nel mondo del lavoro. Ripresa debole forse, discontinua, ma costante”. Secondo il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi i dati indicano che “la ripresa si sta traducendo nella rioccupazione in primo luogo delle persone che hanno beneficiato di sostegno al reddito mantenendo il rapporto di lavoro”. Non è d’accordo, invece, il responsabile Lavoro e Welfare Idv Maurizio Zipponi, che vede corrispondere alla “miniriduzione” della Cig di gennaio 2011 una massiccia ripresa a febbraio. 

Altri dati diffusi dall’Inps riguardano le domande per l’indennità di disoccupazione pervenute, che a gennaio 2011 sono state 102mila contro le 111mila di gennaio 2010, in calo dell’8,2 per cento. Anche le domande per l’indennità di mobilità sono in diminuzione, attestandosi a 11.980 a gennaio di quest’anno a fronte delle 13.600 dello stesso mese nel 2010 (-12,28 per cento).

Potrebbero interessarti anche