AAA cercasi personale per carcere di Rieti

carcere-torinoLa struttura potrebbe ospitare fino a 450 reclusi, ma ad oggi ve ne sono solo 100. Mancano infatti 300 agenti penitenziari

 

ROMA – Ne abbiamo dato notizia solo pochi giorni fa. Il sovraffollamento delle carceri italiane e del Lazio è in continuo aumento ed è un dato preoccupante su cui si dibatte da diversi lustri. Mentre si cerca invano (fino ad ora) di trovare una soluzione, c’é un penitenziario che ha il problema opposto: la maggior parte delle celle sono vuote. Il perché? È presto detto: non c’é abbastanza personale per mantenere tutta la struttura in piena attività.

Si tratta del nuovo carcere di Rieti aperto il 28 ottobre 2009, poco fuori città, dopo la chiusura del vecchio istituto. A regime, ha dichiarato la direttrice Annunziata Passannante, potrebbe ospitare 450 detenuti, tutti maschi. Ma attualmente i carcerati sono solo 107. “Servirebbero 300 agenti penitenziari – ha spiegato la dirigente – ma ne abbiamo solo 100 per cui non possiamo aprire tutta la parte più grande”.

A visitare l’istituto di pena è arrivata questa mattina il governatore del Lazio, Renata Polverini, che ha assicurato alla direttrice il suo interessamento con il Governo per risolvere il problema. “Ho visitato quasi tutti i carceri del Lazio – ha commentato la Polverini – e spesso ho visto problemi di sovraffollamento, per cui mi sono meravigliata. Come amministrazione – ha annunciato – cercherò anch’io di parlare con il ministro perché nel più breve tempo possibile si possa avere un carcere pienamente funzionante sia per i detenuti sia per gli operatori”.
A chi le chiedeva poi della struttura sanitaria non utilizzata, Polverini ha risposto: “Abbiamo ereditato una situazione di assistenza nelle carceri sicuramente critica. Da qualche settimana però è al lavoro una task force per dare risposte lì dove abbiamo verificato che ci sono problemi”.

Potrebbero interessarti anche