Finanziaria, meno 500 milioni ai trasporti pubblici laziali

mezzi-pubblici-romaLa denuncia della Cgil: “I tagli si abbattono sui pendolari, inevitabile un peggioramento dei servizi”  

 

ROMA – I trasporti pubblici laziali sono “sull’orlo del collasso”: è l’allarme lanciato della Filt Cgil di Roma e Lazio in occasione della conferenza stampa congiunta organizzata dal sindacato con Legambiente e l’osservatorio regionale sui trasporti. Su una situazione così precaria, denuncia l’organizzazione sindacale, si abbatte un taglio, deciso dalla Regione, di 500 milioni di euro di fondi europei del Piano operativo regionale.

“I tagli del bilancio nazionale sui trasporti colpiscono il Lazio in maniera smisurata – spiega il segretario generale della Filt Cgil di Roma e Lazio, Alessandro Capitani – per 457 milioni. Questo ha riflessi sui bilanci di Regione e Comune e ci troviamo con circa 500 milioni in meno a dover garantire gli stessi servizi che garantivamo gli anni precedenti”. I tagli andranno a gravare su aziende che già sono sull’orlo del fallimento, come Cotral e Atac. Come al solito a pagarne le conseguenze, continua Capitani, saranno “i 400.000 pendolari che, secondo i dati dell’Osservatorio regionale, ogni giorno raggiungono Roma”, gli stessi che quotidianamente patiscono “la già critica carenza di reti per il Tpl su ferro e l’insufficienza della rete viaria”.

Nel pacchetto di investimenti previsti e sfumati nei giorni scorsi a causa dei tagli dell’esecutivo regionale, l’acquisto di nuovi treni (per 35 milioni) e nuovi bus (49 milioni), il piano di sicurezza per le stazioni (55), un programma per i nodi di scambio (33,6) e il parziale raddoppio della Roma-Viterbo per ben 326 milioni. Un vero e proprio “disastro”, secondo Claudio Di Berardino, segretario generale della Cgil di Roma e Lazio, di fronte al quale appare necessario “da un lato sollecitare il Governo a ripensare a questi tagli e dall’altro correggere le scelte di bilancio. In caso contrario, sarà inevitabile “nei prossimi anni un peggioramento netto dei servizi”.

Potrebbero interessarti anche