Il sindaco Alemanno firma quattro ordinanze di nomina

alemanno-gianni1 Nominati Garante detenuti, presidenti di Roma Multiservizi e Agenzia Tossicodipendenze e il consigliere Cinema per Roma
 

 

ROMA – Il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha firmato questa mattina quattro ordinanze di nomina. L’avvocato Filippo Pegorari, socio fondatore dell’associazione “Faresalute”, è stato nominato Garante dei Detenuti: si occuperà dei diritti della libertà personale delle persone private. Enzo De Santis, ex-sindaco di Ponzano Romano e presidente dell’unione degli imprenditori “Assoimprese Italia”, è stato a sua volta designato presidente del Consiglio di Amministrazione di Roma Multiservizi, la società comunale dedicata al servizio di decoro e manutenzione del verde pubblico, dopo che Franco Panzironi nel settembre dello scorso anno rassegnò le sue dimissioni in seguito alle polemiche riguardo al suo doppio incarico e agli stipendi d’oro di conseguenza percepiti.

Come presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Agenzia comunale per le tossicodipendenze, è stato invece scelto Luigi Maccaro in seguito alle dimissioni di Massimo Canu dallo stesso incarico. Il nome di Maccaro, già responsabile della Comunità Exodus di Cassino, è stato fatto dopo che il bando a cui parteciparono cinque concorrenti fu chiuso nel novembre 2010. Maccaro non è stato dunque uno dei partecipanti al bando; ci si chiede quindi come sia possibile inserire nominativi fuori da un bando divulgato proprio per procedere ad una nomina nella più completa trasparenza.

Infine, Michele Lo Foco, ex membro del Cda di Cinecittà Holding, è stato nominato consigliere della Fondazione Cinema per Roma di nomina capitolina. Lo Foco, uomo dai mille incarichi, risulta essere stato condannato nel dicembre 2010 dalla Corte dei Conti, insieme ad altri personaggi illustri come Ubaldo Livolsi, al risarcimento di oltre 600 mila euro per la mala gestione finanziaria ed economica della Cinefund, società per azioni costituita dalla stessa Cinecittà Holding nel 2005 (con un capitale di 1 milione di euro) con la finalità di associare capitale privato nel finanziamento di produzioni cinematografiche. La società, che registrava già nel bilancio iniziale una perdita di 115.333 euro ed in quello successivo una perdita di 762.614,00 euro, è stata poi sciolta nel febbraio del 2007.

Potrebbero interessarti anche