Uefa, Giancarlo Abete nuovo vicepresidente

Giancarlo-Abete

Dopo 11 anni di assenza, dopo Antonio Matarrese, l’Italia torna al vertice della Uefa. Giancarlo Abete è il nuovo vicepresidente alla corte di Platini

 

PARIGI – L’Italia torna a ricoprire un ruolo di vertice nella Uefa, 11 anni dopo Matarrese. Giancarlo Abete, presidente della Figc, e’ stato eletto infatti vice presidente della Confederazione europea dal congresso delle 53 federazioni europee in corso a Parigi, su designazione di Michel Platini. Abete entra così nel gruppo dei cinque vicepresidenti insieme al turco Erzik, allo spagnolo Villar, all’inglese Thompson e al cipriota Lefkaritis. Antonio Matarrese e’ stato inoltre nominato membro onorario della Uefa.
Dopo 11 anni di assenza, dall’avvicendamento di Antonio Matarrese nel 2000, l’Italia torna al vertice della Uefa, nell’ufficio di presidenza sotto la guida di Michel Platini, confermato oggi all’unanimita’ numero uno del calcio europeo.

Al congresso di Parigi la Figc era rappresentata dal direttore generale Antonello Valentini, dal segretario Antonio Di Sebastiano e dal responsabile dell’ufficio internazionale Sergio Di Cesare. Con un voto per acclamazione Platini ha ottenuto la conferma alla presidenza: tra i punti centrali del suo programma per il prossimo quadriennio, la centralizzazione dei diritti televisivi per le qualificazioni ai Campionati europei. Tutte le 53 Federazioni presenti hanno dato mandato alla Uefa perche’ a partire dal 2014, in vista degli Europei di Francia 2016, sia la Uefa stessa a gestire in prima persona la vendita dei diritti tv delle Nazionali per le partite di qualificazione.

Potrebbero interessarti anche