Redditi, in Italia è crisi ma non per i politici

senato-sliderLe dichiarazioni dei redditi dei parlamentari: raddoppiato l’imponibile del Premier, Galan è il “più povero” al governo

 

ROMA – Una classe politica di paperoni, le cui tasche non sembrano essere state toccate dalla crisi economica: è questo il bilancio che emerge dalle dichiarazioni dei redditi presentate nel 2010 e relative all’anno precedente diffuse oggi. Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi si conferma il più ricco tra i leader politici, seguito a distanza da Gianfranco Fini e Francesco Rutelli. Il Premier ha quasi raddoppiato nel corso del 2009 il proprio reddito, passando da 23.057.981 a ben 40.897.004 euro.

Berlusconi non ha dichiarato nuovi acquisti di auto, barche o di partecipazioni in società. Tra le proprietà intestate compaiono quelle dell’isola di Antigua al centro di una recente inchiesta di “Report”: si tratta di un terreno, di un immobile e di un altro terreno acquistato il 13 marzo 2009. A nome del primo ministro anche tre depositi di gestione patrimoniale presso la banca popolare di Sondrio, il Monte dei Paschi di Siena e la Banca Arner Italia spa.

Oltre a Berlusconi, il più ricco in Consiglio dei Ministri è il titolare della Difesa, Ignazio La Russa, che nel 2010 ha dichiarato un reddito imponibile per il 2009 di 374.461 euro. La Russa tiene dietro anche il ministro dell’Economia Giulio Tremonti, con i suoi 301.918 euro, seguito da Renato Brunetta, che dichiara 300.894 euro. Spetta invece al veneto Gianfranco Galan la palma d’oro del “più povero” tra i titolari di un ministero, con appena 149.938 euro dichiarati. 168.318 euro per il guardasigilli Angelino Alfano, superato dalla moglie Tiziana Miceli, che ha guadagnato 229.074 euro. Il primo dei leghisti è Roberto Calderoli, “solo” tredicesimo con 174.850 euro.

È invece Umberto Veronesi a guidare la classifica dei più ricchi a Palazzo Madama. L’oncologo, presidente dell’Agenzia per la Sicurezza e senatore del Partito democratico fino alle dimissioni dello scorso 22 febbraio, ha dichiarato nel 2009 un reddito di 1.364.720. Tra i sei senatori a vita è il presidente emerito della Repubblica ed ex-governatore di Bankitalia Carlo Azeglio Ciampi a dichiarare il reddito maggiore con 717.122 euro, seguito da Giulio Andreotti con 488.006 euro e, a distanza, da Oscar Luigi Scalfaro con 232.296 euro, Sergio Pininfarina con 214.730 euro, Rita Levi Montalcini con 200.710 euro ed Emilio Colombo con 171.630 euro.

Redditi elevati anche per i componenti del governo non eletti direttamente dai cittadini: tra di essi, spiccano l’ex-sottosegretario Guido Bertolaso, che ha dichiarato 860.195 euro e Daniela Santanché, che nel 2009 ha registrato un reddito imponibile pari a 642.517 euro.

Potrebbero interessarti anche