New entry in Eni, Enel e Finmeccanica

orsi-sliderAlla presidenza dell’Eni arriva Recchi; Colombo al vertice dell’Enel, Orsi nuovo Ad di Finmeccanica

 

ROMA – Giuseppe Recchi alla presidenza dell’Eni, Paolo Andrea Colombo a quella dell’Enel e Giuseppe Orsi (già a.d. di Agusta Westland) nuovo amministratore delegato di Finmeccanica al posto di Pier Francesco Guarguaglini a cui resta la presidenza. Sono queste le novità più rilevanti che emergono dal giro di nomine nelle grandi società pubbliche quotate. Dopo giorni e giorni di rumors, in cui si sono rincorsi nomi e scommesse, quello che è stato deciso nelle camere segrete (neanche poi tanto segrete!) della politica, è il risultato di uno scontro-incontro tra il ministro dell’Economia Tremonti (con il supporto della Lega) e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta.

Tra i riconfermati ci sono Paolo Scaroni, attuale amministratore delegato di Eni, Fulvio Conti ad di Enel e i vertici di Poste italiane, sia il presidente uscente, Giovanni Ialongo che l’ad, Massimo Sarmi. Per quanto riguarda invece Terna, la società attualmente guidata da Flavio Cattaneo, c’è tempo fino al 16 aprile, essendo l’assemblea convocata per il 12 e 13 maggio. Riguardo al gruppo che gestisce la rete elettrica nazionale, la partita si gioca tutta in casa Lega che avrebbe avanzato la candidatura del viceministro alle Infrastrutture, Roberto Castelli, ma la legge che impedisce il passaggio diretto dal governo al vertice di una partecipata pubblica ne ha frenato le mire.

In uscita dunque Roberto Poli, 73 anni, attuale presidente dell’Eni e il coetaneo collega Piero Gnudi, all’Enel. Il Tesoro sembra aver avviato così un ricambio generazionale, scegliendo al loro posto un 47enne (Recchi) e un 51enne (Colombo). Nell’azienda guidata ancora da Paolo Scaroni, è infatti arrivato Giuseppe Recchi, classe 1964, laureato in Ingegneria al Politecnico di Torino. L’attuale presidente e amministratore delegato di General Electric Sud Europa, vicepresidente di GE Capital Interbanca, nonché consigliere di Exor, è incaricato gli investitori esteri in Italia per Confindustria. In una recente intervista ha lasciato trasparire una visione piuttosto ottimista del nostro Paese: «Dell’Italia, vista da fuori – ha detto, forte della sua esperienza internazionale – si ha una percezione di eccellenza, legata alle sue caratteristiche di inventiva, imprenditorialità, qualità».

Alla presidenza del gruppo a sei zampe sbarca invece il milanese Paolo Andrea Colombo, classe 1960, laureato in Economia aziendale presso l’Università Bocconi, dottore commercialista e revisore dei conti. Attualmente è consigliere di Mediaset, Eni (di cui è stato sindaco), Carlo Tassara e sindaco di numerose altre società. Colombo, transitato anche nel board di Rcs quotidiani e nel collegio sindacale di Banca Intesa, insegna alla Bocconi ed è stato regista di importanti operazioni di ristrutturazione (Impregilo, Versace, gruppo Cabassi).

Il neo ad di Finmeccanica, Giuseppe Orsi, arriva dalla controllata Agusta Westland dove aveva la stessa carica. Orsi l’avrebbe spuntata su Giuseppe Zampini, amministratore delegato di Ansaldo Energia, altra società del gruppo dell’aerospazio e difesa.

Potrebbero interessarti anche