La nomina di Musumeci coglie tutti di sorpresa

nello-musumeciL’uomo di Storace nominato nuovo sottosegretario al Lavoro. Andrea Ronchi e Adolfo Urso con le valigie in mano

 

LA NOMINA A SORPRESA DI MUSUMECI
Ha colto tutti di sorpresa la nomina solitaria del sottosegretario al Lavoro Nello Musumeci, uomo di Francesco Storace. Infatti secondo il gossip di Transatlantico il tanto annunciato rimpastino tardava ad arrivare proprio a causa delle correnti interne al Pdl che si bisticciano da mesi sulle quote e per le bocche affamate dei Responsabili, che “ognuno per sé e Dio per tutti”, continuano a chiedere riconoscimento politico, tradotto dalla poesia alle prosa: POLTRONE. Quindi, dopo la nomina del nuovo ministro all’Agricoltura Saverio Romano uscito dall’Udc in aperto dissenso alla politica ondivaga di Pierferdinando Casini, troppo attento ai richiami del romano Veltroni e di Bersani, era la volta dei tre viceministri. I nomi: Annamaria Bernini, Calearo e Misiti. E poi di cinque sottosegretari presi dagli ex-An e dai Responsabili. Il colpo di scena della mattinata ha messo in allarme tutti gli “in pectore”. Blitz solitario o pressioni storaciane rafforzate dalle imminenti elezioni amministrative?

A VOLTE RITORNANO
L’ex-ministro alle Politiche comunitarie Andrea Ronchi e il viceministro al Commercio Estero Adolfo Urso hanno le valigie in mano. Si dice non siano soli. Ma cosa ottengono in cambio di tanta sofferta e meditata decisione? I bene informati dicono che Urso, subito dopo le amministrative, otterrà il posto di ministro che fu di Ronchi (lasciando a bocca asciutta Bonaiuti e Scajola) e Ronchi il posto che da oltre un anno è stato promesso ad Anna Maria Bernini, immolatasi alle Regionali Emilia Romagna contro Vasco Errani. Il 19 aprile alle ore 16.00 si struttura formalmente la corrente Urso-Ronchi e cominciano le manovre di avvicinamento alla meta.

Potrebbero interessarti anche