De Santis e il consolato d’Italia a Bengasi

ROMA – Era sempre stato un consolato italiano minore quello di Bengasi, snobbato dai nostri diplomatici e perciò da tempo scoperto. Poi improvvisamente, con lo scoppio della guerra in Libia, è diventato strategicamente importantissimo, ma non per questo più ambito dato l’alto livello di rischio.

Tant’è che per garantire la copertura, il ministero degli Esteri era stato costretto a spedire in tutta fretta in Cirenaica il giovane consigliere d’ambasciata Giulio De Santis con i gradi di console speciale.

Subito dopo, come prescrive il regolamento, ha indetto la gara per il posto ma, come era facile prevedere, non c’è stata nessuna domanda. L’ “intrepido” consigliere De Santis è stato così nominato ufficialmente sul campo Console d’Italia a Bengasi.

Potrebbero interessarti anche