..il controcanto dell’opposizione

marroni-sliderPd: l’amministrazione è “un fallimento totale”. Una città ferma, spot inconcludenti, continue emergenze

 

ROMA – Tre anni di amministrazione Alemanno: parole a volontà, danni a bizzeffe e opere zero. Con questo pay-off si è aperta la contro-conferenza stampa di ieri pomeriggio indetta dal Pd romano. L’appuntamento, che seguiva quello della mattina organizzato dalla giunta di centro destra, vuole essere una sorta di cahier de doléances di tutto quello che ancora non è stato fatto, dei ritardi, dei blocchi, degli annunci disattesi di un “sindaco sul viale del tramonto”.

La politica fin qui seguita dal primo cittadino è, secondo l’opposizione, “un totale fallimento con il rischio di un’agonia continua per i prossimi due anni”, chiosa il presidente del gruppo consiliare Pd, Umberto Marroni. Un disastro riassumibile in tre punti. La città è ferma, sia per quanto riguarda i finanziamenti alle nuove infrastrutture sia per il lavoro del Consiglio comunale che ha prodotto dall’inizio dell’anno solo 10 delibere.

Una politica fatta solo di spot inconcludenti: piano casa ancora fermo; costruzione nuovi stadi per Roma e Lazio di cui non è stata individuata neanche l’area; chiusura della discarica di Malagrotta promessa per il 2009; sei nuovi campi rom attrezzati di cui nessuno ha visto la luce; la nuova Tor Bella Monaca il cui progetto è ancora tutto da verificare; 320 mila assunti mentre la disoccupazione è aumentata del 13,9 per cento, 66800 posti auto da costruire a fronte di 800 ultimati. Per non parlare della scuola (le cui tariffe delle mense sono raddoppiate), degli asili nido, del decoro, dello sviluppo sostenibile e del problema ambientale. Tutti obiettivi non raggiunti, sempre secondo il Partito Democratico, per mancanza di progetti reali, ma soprattutto per mancanza di soldi. Infine una gestione degli eventi trattati come un’emergenza continua: ogni avvenimento per una città come Roma diventa una catastrofe naturale.

Insomma il ritratto del lavoro fin qui svolto dall’amministrazione di centro destra è “una catastrofe”, mentre “il sindaco è già sul viale del tramonto su una nave che sta affondando”. Tutto chiacchiere e distintivo, lo definirebbe qualcuno.

(Nerina Stolfi)

 


IL DOCUMENTO DEL PD: “3 anni di Alemanno: parole, danni e zero opere”

Potrebbero interessarti anche