Regina presidente di tutti gli industriali del Lazio

regina-aurelio-300x225A capo di Confindustria Lazio, il suo programma punterà, tra gli altri, su ricerca, fisco, sanità e accesso al credito

 

ROMA – Aurelio Regina, già presidente di Unindustria, l’Unione degli industriali e delle imprese di Roma, Frosinone, Rieti e Viterbo, é stato eletto all’unanimità dalla Giunta di Confindustria Lazio come nuovo Presidente per il quadriennio 2011-2015. Con lui salgono nella struttura territoriale di Confindustria anche, come vice presidenti, Fabio Mazzenga (Latina), Marcello Pigliacelli (Frosinone) e Gianfranco Castelli (Rieti). Domenico Merlani (Viterbo) come invitato permanente del Consiglio direttivo e della Giunta del Lazio.

La presidenza di Aurelio Regina in Confindustria Lazio, organizzazione che rappresenta oltre 5.000 aziende, per un totale di oltre 300.000 addetti, rientra nell’ottica della semplificazione del sistema associativo di Confindustria, ma soprattutto ricuce un tessuto associativo che sembrava violato con il non ingresso di Latina in Unindustria.

Nel suo programma di presidenza Regina ha posto l’accento, oltre che sulla semplificazione delle norme statutarie e il miglioramento delle modalità di funzionamento, anche sulla realizzazione di grandi progetti per lo sviluppo del territorio attraverso una reale sinergia con l’amministrazione regionale, a proposito di: ricerca e innovazione, reti infrastrutturali, immateriali, mobilità, ambiente, fisco, accesso al credito, sanità e turismo. Il suo programma si svilupperà in un territorio in cui gli effetti della recessione sono meno accentuati rispetto al resto del Paese, con una contrazione del PIL del – 0,4% nel 2008 (-1,3 % in Italia) e del -3,3% nel 2009 (-5% in Italia). Il mercato del lavoro però mostra ancora un elevato tasso di disoccupazione, a causa soprattutto di una domanda interna debole e della limitata presenza delle imprese laziali sui mercati esteri.

Potrebbero interessarti anche