Monsignor Filoni nuovo prefetto di Propaganda Fide

mons_filoniL’ex-sostituto della Segreteria di Stato assume i gradi di “Papa rosso” per l’Evangelizzazione dei popoli

 

CITTÀ DEL VATICANO – La nomina più importante del rimpasto della Curia romana in atto in queste settimane è arrivata oggi con la nomina di monsignor Fernando Filoni a nuovo prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli, l’ex Propaganda Fide. Il «Papa rosso», come lo chiamano per i suoi ampi poteri, lascia l’incarico di sostituto della Segreteria di Stato, il «ministro degli esteri» del Vaticano.

Filoni, 65 anni, originario di Taranto, ha alle spalle una lunga carriera diplomatica anche come nunzio a Bagdad in piena guerra tra il 2001 e il 2006. A lui Benedetto XVI ha affidato il delicato compito di proseguire la ristrutturazione del dicastero dell’Evangelizzazione dei Popoli, anche per ripulirne l’immagine offuscata dal coinvolgimento nello scandalo degli appalti. Le indagini di Perugia, che giovedì hanno portato al rinvio a giudizio di Guido Bertolaso e di altri membri della “cricca”, hanno spedito un avviso di garanzia anche all’ex prefetto di Propaganda, il cardinale Crescenzio Sepe, per la compravendita di un palazzo della congregazione da parte dell’ex ministro Pietro Lunardi, per il quale i magistrati sono in attesa dell’autorizzazione a procedere.

Monsignor Filoni passa quindi alla guida della congregazione vaticana che si occupa dell’attività missionaria, soprattutto in Asia e Africa. Un ruolo importante, perché il Prefetto governa oltre un terzo delle circoscrizioni ecclesiastiche del mondo, ha voce in capitolo anche sulla nomina dei vescovi e il suo dicastero possiede un patrimonio stimato in 9 miliardi di euro, in gran parte composto da immobili. Al posto di monsignor Filoni, come nuovo sostituto in Segreteria di Stato, è stato nominato l’arcivescovo Giovanni Angelo Becciu, 63 anni, sassarese, attuale nunzio apostolico a Cuba.

Potrebbero interessarti anche