Enel rifà il trucco a suoi quattro comitati

colombo_308_1Creato ex novo quello con funzioni consultive in materia di governance. Ristrutturati invece gli altri tre già esistenti

ROMA – In un’ottica di ristrutturazione della governance a firma del neo presidente Paolo Andrea Colombo, il cda dell’Enel ha approvato la costituzione e la riorganizzazione di alcuni comitati interni, ultimi in ordine di tempo dopo quello sull’energia nucleare costituito appena un mese fa.

È stato creato ex novo il Comitato con funzioni consultive e propositive in materia di governo societario, con il compito di monitorare le procedure e i regolamenti adottati al riguardo in ambito aziendale e di formulare eventuali proposte di modifica degli stessi al fine di allinearne i contenuti alle best practices nazionali e internazionali, tenuto conto dell’evoluzione della normativa di riferimento. Il Comitato per la corporate governance sarà composto da Paolo Andrea Colombo (con funzioni di presidente), Lorenzo Codogno, Mauro Miccio e Fernando Napolitano.

Sono stati invece ristrutturati i tre comitati già esistenti. Per il Comitato per le remunerazioni, previsto dal Codice di autodisciplina delle società quotate, che ha il compito di presentare al Cda le proposte per la remunerazione del top management, nonché di controllare l’applicazione delle decisioni consiliari in materia e monitorare l’applicazione dei piani di incentivazione azionaria, sono stati nominati Fernando Napolitano (con funzioni di presidente), Alessandro Banchi e Pedro Solbes.

Per il Comitato per il controllo interno sono stati invece chiamati Gianfranco Tosi (con funzioni di presidente), Lorenzo Codogno, Mauro Miccio e Angelo Taraborrelli. Tutti amministratori non esecutivi la maggioranza dei quali indipendenti che avranno il compito di assistere il Cda, con funzioni istruttorie, nelle valutazioni e decisioni relative al sistema di controllo interno, alla approvazione del bilancio e della relazione semestrale ed ai rapporti tra la Società ed il revisore esterno.

Infine nuovi responsabili anche per il Comitato chiamato a vigilare sulle operazioni poste in essere dall’Enel con soggetti in qualsiasi modo correlati all’azienda stessa. Il nuovo Comitato sarà così costituito: Alessandro Banchi (con funzioni di presidente), Pedro Solbes, Angelo Taraborrelli e Gianfranco Tosi.

Potrebbero interessarti anche