Quote latte, a dare la caccia ai debitori arriva (forse) Martinelli

quote-latte-4Proposto dal ministro Romano, il vice capo del Cfs dovrà affrontare l’annosa questione delle multe

ROMA – Potrebbe prendere il posto dell’attuale commissario Paolo Gulinelli per tentare di risolvere l’annosa questione delle quote latte. La nomina di Fausto Martinelli, vice capo del Corpo Forestale dello Stato, è stata proposta questa mattina dal ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Saverio Romano. “Ho proposto – ha dichiarato il ministro – al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi la nomina di Fausto Martinelli a commissario straordinario per le quote latte. Ho inviato proprio ieri il decreto alla Presidenza del Consiglio. In attesa del perfezionamento del provvedimento, mi pare comunque opportuno informare il settore di questa scelta, verso il quale confermo tutta la necessaria attenzione”.

Martinelli, esperto di problemi ambientali, del mondo rurale, della montagna e della difesa del suolo, si troverà a dover sciogliere la questione delle multe. Di fronte infatti a 26.000 produttori che hanno speso 1,2 miliardi per mettersi in regola, ci siano ancora 563 debitori con l’erario per ben 100 milioni. Il nuovo commissario straordinario dovrà quindi ristabilire il rispetto di alcune regole fondamentali.

Il ministro dal canto suo promette di presentare un provvedimento (non chiarendo però entro quanto tempo) in Consiglio dei Ministri per riaprire i termini del pagamento delle multe e per dare la possibilità agli agricoltori di aderire alla rateizzazione.

Potrebbero interessarti anche