Sport Invernali, 166 testimoni per il maxi-processo

sport-invernali-largeAl via il procedimento sull’irregolarità delle elezioni alla Fisi. Previste 166 testimonianze in una settimana

 

ROMA – Anche nello sport si è arrivati al maxi-processo. Una parola che rievoca nella memoria collettiva i lunghi processi alle organizzazioni criminali. In questo caso, invece, si tratta di una piccola questione che però si è trasformata in un caso di interesse nazionale.

Parliamo del processo che partirà lunedì prossimo nei confronti dell’assemblea elettiva della Fisi (Federazione italiana sport invernali) che un anno fa elesse il presidente Morzenti. Dopo qualche mese una piccola società di Roma, la Sai Roma, denunciò l’irregolarità delle elezioni dovuta a deleghe ottenute da società senza averne diritto.

La questione è passata per la Corte di Giustizia e Disciplina federale e ora all’Alta Corte di Giustizia del Coni, che lunedì prossimo inizierà appunto il maxi-processo. Lunedì 23 maggio 35 testimoni saranno ascoltati a Roma; mercoledì 54 testimoni a Milano; giovedì 44 a Bolzano; sabato 33 ad Aosta. Saranno raccolte 166 testimonianze in una settimana per cercare di risalire a quanto successo in quella elezione.

Coinvolto l’intero consiglio federale, non solo il presidente Morzenti: il processo è delicatissimo in quanto comporta aspetti penali quali il falso in atto privato e l’utilizzo di deleghe false in un procedimento con valenza pubblicistica. In attesa degli sviluppi, non possiamo che dire che ormai la neve si è sciolta in Federazione.

(Federico Pasquali)

Potrebbero interessarti anche