Energia da biomasse, Egp entra in Terrae

biomasseEnel Green Power e Generali acquisiscono parte del capitale della società specializzata nella filiera agro-energetica

 

ROMA – Enel Green Power e Generali hanno finalizzato un accordo con Terrae, società che ha lo scopo di riconvertire e valorizzare il settore bieticolo-saccarifero, e l’Associazione Nazionale dei Bieticoltori per l’acquisizione di una quota del 15 per cento ciascuno del capitale sociale di Terrae. In questo modo viene collocato il 30 per cento del capitale sociale della società, che ha come obiettivo la promozione e lo sviluppo di progetti per la generazione di energia elettrica da biomasse, alimentati da filiere locali.

In questo modo, verrà promossa in modo congiunto la generazione elettrica di biomasse così da riunire in un unico soggetto le tre componenti indispensabili a questo tipo di produzione: quella agricola, che dispone delle filiere per la produzione da biomasse, quella industriale per gestire la generazione di energia e quella finanziaria per garantire il sostegno alla realizzazione dei progetti d’investimento.

L’ingresso in Terrae consentirà inoltre ad Enel Green Power, in qualità di partner industriale, l’accesso diretto alla filiera agro-energetica, con significative sinergie per l’approvigionamento delle biomasse e in una società che ha un piano industriale prevalentemente indirizzato alla realizzazione di progetti su base di intese di filiera.

“Terrae – ha sottolineato il presidente Federico Vecchioni – rappresenta oggi un esempio concreto e innovativo di integrazione tra comparto agricolo ed energetico ed offre agli operatori della filiera agroindustriale opportunità di diversificazione e di contenimento di costi di produzione”. La chiusura dell’accordo, ha commentato l’amministratore delegato di Enel Green Power Francesco Starace, testimonia la volontà di valorizzare il territorio attorno agli impianti e di incrementando l’indotto “sia incoraggiando le coltivazioni energicamente più utili, sia sfruttando al meglio i residui di attività produttive già esistenti”.

Potrebbero interessarti anche