15:21 | Delusa da extension tormenta estetista. Arrestata per stalking 50enne romana

Stavolta nel ruolo della stalker c’é una donna di 50 anni, finita stamani agli arresti domiciliari a Roma con l’accusa di aver perseguitato due donne, madre e figlia, titolari di un centro estetico. La vicenda, secondo quanto ricostruito dalla polizia, è iniziata ad aprile scorso. La signora si era fatta fare una extension ai capelli, ma non era rimasta soddisfatta e non aveva pagato gli oltre 300 euro di conto. Le proprietarie del centro si erano rivolte così al marito della donna, gestore di una macelleria nella stessa zona, che aveva pagato, in parte, con prodotti della sua attività. Da quel momento per le due estetiste è iniziata una serie continua di offese, minacce e aggressioni da parte della cliente infuriata, anche in presenza di testimoni, che le ha costrette a denunciare tutto alla polizia.

Le donne hanno raccontato agli agenti tutti gli episodi di cui erano state vittime, incluso il lancio di un coltello da macellaio, che solo per caso non aveva avuto conseguenze. In un altro caso, invece, sempre secondo il loro racconto, le minacce erano state rivolte al figlio della più giovane di loro, di soli 10 anni, al quale la stalker aveva gridato che l’avrebbe sciolto nell’acido. Trovati i riscontri necessari, nei confronti della donna, 50enne calabrese, l’autorità giudiziaria ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari per il reato di stalking, che è stata eseguita stamani.

Potrebbero interessarti anche