16:33 | Ex dg Umberto I, Ubaldo Montaguti, condannato a 2 anni

L’ex direttore generale del Policlinico Umberto I di Roma, Ubaldo Montaguti, è stato condannato a due anni e quattro mesi di reclusione, con rito abbreviato, nell’ambito del filone di inchiesta sulla gestione del nosocomio relativa a stipendi e trattamenti economici. Nella stessa udienza del gup sono stati invece rinviati a giudizio l’ex rettore dell’Università La Sapienza, Renato Guarini e altre quattro persone. Il giudice delle udienze preliminari Simonetta D’Alessandro ha, in sostanza, accolto le richieste del pm Maria Cordova.

I reati contestati, a seconda delle singole posizioni, vanno dall’abuso d’ufficio al falso, dalla truffa al peculato. Per i rinviati a giudizio il processo è stato fissato il 12 ottobre davanti alla IV sezione del Tribunale penale collegiale. Per quanto riguarda in particolare la posizione di Guarini e Montaguti, viene contestato il contratto stipulato il 15 luglio 2005 con cui si affidava per cinque anni l’incarico di direttore generale dell’Umberto I a Montaguti, con un trattamento economico superiore di 52 mila euro rispetto a quanto previsto dal decreto del presidente del consiglio di amministrazione numero 502/05: un compenso annuo di 207 mila euro anziché di 154 mila, con un incremento fino al 30 per cento anziché del 20% per il conseguimento dei risultati di gestione.

All’ex direttore generale del Policlinico è contestato, inoltre, di essersi appropriato nel 2006, senza averne titolo, di 62 mila euro quale indennità per il raggiungimento degli obiettivi prefissati e ciò sarebbe stato possibile grazie al concorso dell’ex rettore Guarino. Montaguti è accusato di abuso d’ufficio in relazione alle nomine di Pietro Giovanni Piccinin e di Maurizio del Maso, rispettivamente a direttore amministrativo e direttore sanitario dello stesso nosocomio. I due sono imputati dello stesso reato in concorso proprio in relazione alla loro nomina. “E’ una condanna ingiusta e ingiustificata – ha detto Alessandro Gamberini, legale di Montaguti – per me si stratta di una vicenda paradossale alla luce della documentazione che ho letto. E’ stata tradita la buona fede di Montaguti cui è stata applicata una retribuzione sulla base di un modello di contratto che da cinque anni vigeva a Tor Vergata”.

Potrebbero interessarti anche