13:46 | Inscenano rapina dal distributore di benzina. Tre romani denunciati

Hanno simulato una rapina a un distributore di benzina, il cui dipendente era però d’accordo con loro. Protagonisti della ‘fiction’ M.C., romano di 29 anni, e i due amici, M.L. e L.G., rispettivamente di 43 e di 22 anni. Sabato scorso intorno alle 10, secondo quanto ricostruito dalla polizia, questi ultimi due, a bordo di un’auto, si sono fermati nei pressi del distributore di viale Oceano Atlantico, a Roma, dove il loro complice stava lavorando. Uno dei due è sceso dalla macchina e fingendo di avere un’arma sotto la maglietta ha minacciato il dipendente facendosi consegnare tutto l’incasso. Poi i due sono fuggiti in direzione della via Pontina.

A rovinare la messa in scena è stato un cliente del distributore che, dopo aver assistito alla rapina, è riuscito a segnalare il numero di targa alla polizia. Gli uomini del commissariato Spinaceto, diretto dal vice questore aggiunto Maria Sironi, si sono messi subito sulle tracce dei rapinatori, riuscendo a intercettarli e a bloccarli poco dopo, nel corso di una battuta nella zona. Accompagnati presso gli uffici del commissariato, i due si sono giustificati sostenendo che si era trattato solo di un malinteso e che avevano messo in atto la finta rapina d’accordo con il dipendente del distributore. Nel frattempo, però, il loro amico aveva già denunciato l’episodio alla polizia, asserendo di essere rimasto vittima di una vera rapina. Ad inchiodarlo le indagini degli agenti del commissariato che, anche attraverso l’esame dei tabulati telefonici, hanno accertato che nel corso della mattinata la presunta vittima aveva ricevuto diverse chiamate da parte di uno dei due amici rapinatori. I tre sono stati denunciati per simulazione di reato, appropriazione indebita e procurato allarme.

Potrebbero interessarti anche