Cinema, per la Siae il 2010 è stato un anno d’oro

cinemaPubblicato l’Annuario dello Spettacolo. I romani si confermano i più appassionati del grande schermo

 

ROMA – Cinema per i romani, teatro per i milanesi. Nella classifica Siae 2010 che valuta la spesa del pubblico nei maggiori comuni italiani, la Capitale si conferma al top per il cinema con 88,3 milioni di euro, seguita da Milano e Torino. Nel teatro, al contrario, primeggia il capoluogo lombardo, seguito da Roma, che risulta però avere più luoghi per lo spettacolo. La Capitale prevale anche nella spesa per la musica e le attività concertistiche, lo spettacolo viaggiante, le mostre e le esposizioni.

Ma in generale l’Annuario dello Spettacolo Siae si concentra soprattutto sul cinema: il 2010, infatti, è stato un anno d’oro per le sale italiane, con ben 120.500.000 biglietti venduti, ovvero il 10,39 per cento in più rispetto al 2009. Un risultato record che non si registrava dal 1986.

Cresce dunque la spesa al botteghino (+17,37 per cento in un anno) e, in controtendenza rispetto al dato complessivo del mondo dello spettacolo, anche il volume d’affari, che con un +16,22 per cento raggiunge quota 872 milioni di euro. “Si tratta di un dato positivo – ha sottolineato il direttore generale della Siae Gaetano Blandini – al quale hanno contribuito anche gli interventi statali di defiscalizzazione”.

I sei film più visti in Italia nei 2010 sono stati, rispettivamente, “Avatar”, “Benvenuti al sud”, “Alice in Wonderland”, “Harry Potter e i doni della morte”, “Shrek” e “Io loro e Lara”.

Potrebbero interessarti anche