18:43 | Attivisti di Roma Bene Comune rimarranno tutta la notte sulle impalcature del Campidoglio

“Non scenderemo dalle impalcature. Questa notte dormiremo qui”. Lo annunciano i manifestanti del movimento ‘Roma bene comune’ che questa mattina sono saliti in segno di protesta sulle impalcature del Campidoglio contro “i tagli al bilancio comunale”. Gli attivisti, al termine di un incontro con gli assessori comunali Gianlugi De Palo e Enrico Cavallari, hanno riferito: “Non siamo completamente soddisfatti dell’incontro in cui c’é stata una bozza di protocollo di intesa. Vogliamo che le promesse fatte si concretizzino in alcuni emendamenti al bilancio e soprattutto nell’aumento dei fondi destinati agli asili, all’emergenza abitativa e contro il precariato. Aspettiamo ancora un incontro con il sindaco Gianni Alemanno”.

Sono gli attivisti di Roma Bene Comune che vogliono “fermare la svendita della città di Roma – spiega uno di loro, Luca Fagiano – i saldi con cui Alemanno vende Roma agli interessi dei grandi costruttori”. Roma Bene Comune è contraria “alle delibere che prevedono la privatizzazione del patrimonio pubblico e a un bilancio lacrime e sangue”. In Piazza del Campidoglio si sono raccolte circa 200 persone del movimento. Sulle impalcature campeggia un manifesto con su scritto ‘AAA… lemanno Campidoglio Vendesi’, oltre a un manifesto di solidarietà con i No Tav: “Le nostre battaglie sono le stesse del popolo della Val di Susa. Entrambi non vogliamo che le nostre vite siano sacrificate sull’altare di opere inutili”.

Alla manifestazione ha aderito il senatore dell’Idv Stefano Pedica: “Si tratta di una protesta che mette in luce tutte le contraddizioni della giunta Alemanno. La politica economica messa in piedi dal sindaco Alemanno è stata all’insegna dei tagli, nel terzo settore, nell’assistenzialismo, nella tutela del verde e degli spazi urbani”.

Potrebbero interessarti anche