11:48 | Rignano, accelerazione in autunno del processo per abusi di pedofilia

Non era presente oggi in aula il giudice Marzia Minutillo Turtur, reintegrata dal Csm nel collegio giudicante del processo, in corso al tribunale di Tivoli, per i presunti abusi su 21 bambini della scuola materna ‘Olga Rovere’ di Rignano Flaminio. Nessun ‘giallo’, però, dopo le polemiche dei giorni scorsi per un processo che rischiava di partire daccapo: il giudice Minutillo Turtur non era presente, secondo quanto si è appreso, perché è ancora in attesa della formalizzazione del provvedimento esecutivo di reintegro.

Il presidente del collegio, Mario Frigenti, ha confermato ai legali presenti in aula che il collegio risulterà ritualmente composto e in grado di portare a definizione il dibattimento. E la novità ulteriore è stata dettata dal fatto che ha compilato e reso noto un ricco calendario d’udienze; in pratica, per i mesi di ottobre e novembre, ci sarà un’udienza a settimana. Sono cinque le persone imputate: le maestre Marisa Pucci, Silvana Magalotti e Patrizia Del Meglio, l’autore tv Gianfranco Scancarello e la bidella Cristina Lunerti. A vario titolo, e a seconda delle posizioni, sono accusate di violenza sessuale di gruppo, maltrattamenti, corruzione di minore, sequestro di persona, atti osceni, sottrazione di persona incapace, turpiloquio e atti contrari alla pubblica decenza. “

Facciamo un plauso al tempestivo intervento del Csm che ha restituito l’originario giudice al collegio e consentito di superare una situazione che poteva diventare paradossale”. E’ il commento degli avvocati Antonio Cardamone e Luca Milani, legali di alcune delle parti civili. Dal canto loro l’ulteriore soddisfazione “per la creazione di un calendario di udienza che consentirà di stringere i tempi processuali nell’interesse di tutti”.

Potrebbero interessarti anche