15:17 | Frosinone, scoperta evasione di oltre 7 milioni. Tre persone denunciate

Una società cartiera con sede a Ceccano (Frosinone) veniva utilizzata da altre due società con attività nella Capitale per trarre illeciti guadagni attraverso l’evasione dell’Iva per milioni di euro. Lo ha accertato la guardia di Finanza di Frosinone che ha scoperto una maxievasione fiscale di 7,5 milioni di euro e un’imposta sul valore aggiunto di 1,5 milioni. Tre le persone denunciate. Le fiamme gialle, al termine di un anno e mezzo di indagini, hanno accertato che lo scopo della società di Ceccano era solo quello di emettere fatture false interponendosi nelle transazioni commerciali tra le due società e alimentando l’evasione fiscale.

La società in questione retta da un prestanome, come risultato dalle verifiche di finanzieri, acquistava e rivendeva la merce solo ed esclusivamente sulla carta, mentre l’effettiva transazione commerciale avveniva tra i fornitori e le due società romane. “Durante le indagini – si legge in una nota della guardia di finanza – è stato accertato che tutta la merce acquistata, in gran parte dalla Repubblica di San Marino, non giungeva presso il punto di vendita ciociaro, ma in realtà arrivava direttamente presso un deposito ubicato in Roma, dove poi si provvedeva a distribuirla in tutto il territorio nazionale”.

Potrebbero interessarti anche