13:11 | Non si rassegna alla fine della relazione. Nordafricano arrestato per stalking

La loro storia d’amore finisce con la separazione, ma lui non si rassegna e inizia a perseguitarla con violenze e minacce. La vittima è una liberiana di 35 anni che aveva deciso di lasciare l’uomo, un nordafricano di 39 anni. Alle telefonate minatorie, l’uomo era diventato sempre più violento tanto da arrivare a picchiare la donna, anche davanti ai loro figli. Con il passare del tempo il comportamento persecutorio e aggressivo  era diventato però una “consuetudine”. Il nordafricano, infatti, si presentava tutti i giorni presso il negozio di parrucchiere della ex  moglie e iniziava ad ingiuriarla e a minacciarla sotto gli occhi dei clienti, costringendoli così ad allontanarsi.

La settimana scorsa la donna, stanca dei continui soprusi, si era rivolta ad un centro antiviolenza per chiedere ospitalità per lei e i suoi bambini. Ma lo stalker non si era arreso ed era riuscito a rintracciare la donna, minacciandola che, se non avesse lasciato la struttura, gliela avrebbe fatta pagare. L’epilogo ieri pomeriggio quando l’uomo è tornato nel negozio e l’ha aggredita.

La donna è riuscita a chiamare il 113. Gli agenti delle Volanti e del Commissariato Porta Maggiore giunti immediatamente sul posto hanno bloccato l’uomo. Per lui sono scattate le manette. Accompagnato presso gli uffici del Commissariato Porta Maggiore, C.D.,  è stato arrestato per il reato di maltrattamenti in famiglia e per stalking. Al termine degli accertamenti, l’uomo è risultato privo di permesso di soggiorno.

Potrebbero interessarti anche