Luiss, al via da settembre la nuova governance dell’ateneo

luissI Dipartimenti al posto delle Facoltà e la nomina di tre Prorettori, Paola Severino, Roberto Pessi e Pietro Reichlin

ROMA – Prende forma la nuova governance della LUISS. Ieri il Consiglio d’Amministrazione della Libera Università degli Studi Sociali Guido Carli ha approvato il nuovo Statuto contenente le modifiche all’attuale assetto fondato, finora, su tre Facoltà e tre Dipartimenti per le funzioni di organizzazione – rispettivamente – della didattica e della ricerca.

Molti i cambiamenti e numerose le nomine ai vertici accademici. La nuova governance vede, infatti, la nascita di quattro Dipartimenti guidati da un Direttore e governati da un Consiglio. Più in dettaglio, al posto della Facoltà di Economia, nascono il Dipartimento di Impresa e Management che sarà diretto da Gennaro Olivieri, mentre sarà Giorgio Di Giorgio a guidare di quello di Economia e Finanza. Il Dipartimento di Giurisprudenza sarà guidato da Antonio Nuzzo, quello di Scienze Politiche da Sebastiano Maffettone. I Dipartimenti controlleranno unitamente didattica e ricerca e dovranno fornire risorse per i corsi di laurea offerti dall’Università.

Fanno il loro ingresso poi, con decorrenza dal 15 settembre prossimo, altre nuove figure di governance, tra i quali il Prorettore vicario, nel cui incarico è stata confermata Paola Severino, il Prorettore alla didattica sarà Roberto Pessi e per il ruolo di Prorettore alla Ricerca è stato nominato Pietro Reichlin.

Tra gli obiettivi dei nuovi rappresentanti del governo dell’ateneo sono il consolidare le reti di collaborazione trasversali tra Dipartimenti e verificare l’andamento e la funzionalità delle attività dei Dipartimenti stessi. Inoltre le modifiche di Statuto comporteranno, oltre ad un migliore allineamento agli standard internazionali, diversi vantaggi tra i quali la semplificazione, una miglior efficienza soprattutto nella gestione tra tutti gli organi accademici e una maggior attenzione al merito.

Potrebbero interessarti anche