15:11 | Rapinavano supermercati. Presi due giovani romani grazie a un tatuaggio

Avevano già messo a segno due rapine ai danni di altrettanti supermercati a Castel Gandolfo e ad Albano Laziale, asportando 5.000 euro, e probabilmente avevano già pianificato un altro colpo nei prossimi colpi. La dinamica era sempre la stessa: travisati da passamontagna i due malviventi entravano nei negozi armati di pistola e di un coltello con cui minacciavano gli addetti alle casse, facendosi consegnare l’incasso, poi si dileguavano con uno scooter. 

Ad incastrarli, nell’ultimo colpo però è stato un vistoso tatuaggio a forma di “M” inciso sulla mano di uno dei due rapinatori, che non è sfuggito all’attenzione di un testimone che lo ha poi riferito ai Carabinieri. I militari hanno pertanto orientato le loro ricerche su un pregiudicato di 19 anni residente ad Ariccia, che aveva proprio questo segno caratteristico e che infatti è stato trovato in possesso della pistola scacciacani utilizzata per le rapine, dei passamontagna nonché di parte della refurtiva.

Visti gli indizi a suo carico il giovane ha confessato le proprie responsabilità consentendo ai carabinieri di individuare e trarre in arresto anche il suo complice, anche lui pregiudicato, 24enne di Roma.

Potrebbero interessarti anche