15:34 | Prati fiscali, prostitute chiamano 113 contro residenti

Prostitute al contrattacco ai Prati Fiscali, a Roma. E in un modo inconsueto: chiamando le forze dell’ordine contro i cittadini della zona. Ecco quanto è successo ieri notte, che ”ha davvero dell’incredibile”, secondo il racconto dell’assessore alle Politiche Sociali del Municipio IV di Roma, Francesco Filini.

”Come ormai da tre mesi initerrottamente accade, una ventina di cittadini appartenenti al Coordinamento Romano Antilucciole effettuava la consueta passeggiata lungo la via per scoraggiare le lucciole a battere i marciapiedi. Un’azione civile e pacifica che in tre mesi ha portato grandi risultati, ridimensionando fortemente il fenomeno della prostituzione: semplicemente sostando sotto le proprie abitazioni i residenti rendono la vita difficile alle lucciole e scoraggiano i clienti che ultimamente preferiscono altri lidi lontani dalle abitazioni come via Salaria. Già un mese fa le lucciole di Prati Fiscali, vedendo il proprio giro d’affari andare in rovina, avevano reagito alla fastidiosa presenza dei cittadini con un tentativo di aggressione insieme ai loro protettori (fortunatamente scongiurato dalla prontezza degli aderenti al C.R.A. che bloccarono la strada), ma ieri notte le prostitute hanno veramente superato loro stesse chiamando il 113 per farlo intervenire contro i residenti del quartiere.

All’arrivo di ben tre pattuglie del commissariato Fidene-Serpentara, che sono intervenute davanti all’incredulità dei cittadini, una delle prostitute è addirittura arrivata a inventare di essere stata derubata dalle persone presenti. Gli agenti hanno preso i documenti di tutti, sotto la rabbia e l’indignazione della cittadinanza.

L’episodio – prosegue Filini nella sua nota – deve far riflettere l’intera classe politica e la stessa Questura di Roma: non è possibile infatti che a un gruppo di prostitute sia consentito di prendersi gioco di un intero quartiere e delle forze dell’ordine mettendo a rischio la credibilità delle istituzioni. I cittadini sono stanchi di subire questo degrado che nelle ultime settimane è addirittura peggiorato a causa del proliferare di insediamenti abusivi nel Parco delle Valli che è ancora in attesa di una recinzione. Chiederò – conclude infine l’assessore –  al Questore Tagliente e al Sindaco Alemanno di intervenire con la massima celerità per ripristinare decoro e legalità”.

Potrebbero interessarti anche