Inchiesta sulle auto blu: gli enti locali

auto-blu-SLIDERLa Pa locale del Lazio spende 7 mln di euro l’anno. Auto utilizzate come corriere postale | L’inchiesta, parte II

ROMA – Dalla Pa centrale a quella locale, gli enti regionali e provinciali del Lazio non si fanno mancare la comodità delle auto blu. Solo a Roma e provincia ne circolano 1.261 tra la flotta di rappresentanza, le vetture di servizio e quelle a disposizione di uffici utilizzate per lo svolgimento delle funzioni interne (dette “grigie”). Un giro d’affari che, stando ai dati del Formez, che non includono la spesa per l’amministrazione di Roma Capitale, raggiunge i 6,7 milioni di euro l’anno.

L’amministrazione più dispendiosa è proprio la Provincia di Roma, con un parco di 23 auto blu-blu e blu e ben 250 auto grigie, per un totale di 273 vetture su poco più di tremila dipendenti. La flotta, che tra le spese di manutenzione, assicurazione, bollo e stipendi degli autisti, grava per 2,7 milioni di euro sul bilancio, viene utilizzata principalmente dall’Ufficio cerimoniale e dall’ufficio stampa, dai dirigenti ma anche per il trasporto della posta interna e come servizio navetta per consegna di materiale nei Centri per l’impiego.

Il Comune di Roma invece, per il quale il Formez non ha reso noti dati dettagliati ma solo di sintesi, guida la classifica degli enti con più consistente riduzione del parco auto: tra il 2009 e il 2010 ha tagliato 198 vetture, soprattutto grigie, mentre è stato acquisito un mezzo blu-blu cioè di rappresentanza destinato ai vertici istituzionali.

Ma è la Provincia di Rieti a vantare l’infausto record della concentrazione più alta di auto a spese dello Stato rispetto al numero dei dipendenti: un mezzo di rappresentanza, quattro di servizio e 56 a disposizione, per un totale di 61 vetture su un’amministrazione di 327 dipendenti. Cioè il 19%. Le automobili, che costano 235 mila euro l’anno, servono al personale dei servizi di viabilità e manutenzione e percorrono in media 36 mila chilometri ciascuna. Non è da meno il comune di Rieti, con un parco di 4 auto blu e ben 135 grigie a disposizione dell’ufficio manutenzione.

Come per la Pa centrale, la voce di spesa più pesante nei bilanci degli enti locali è quella destinata agli stipendi degli autisti e degli addetti alla gestione delle automobili (4,4 milioni di euro su un totale di 6,7 milioni), che in media costituiscono il 4% del personale. Unica eccezione: la Provincia di Viterbo, dove lavorano rispettivamente due autisti ogni dieci dipendenti.

 

LEGGI ANCHE:

L’inchiesta – Parte I: i ministeri

L’inchiesta – Parte III: università e asl

Potrebbero interessarti anche