12:57 | Protesta dei nidi, Alemanno e Polverini ricevono cuscini funebri

Continua la protesta a lutto delle educatrici degli asili nido romani. Questa mattina, alle 10.30 sono stati inviati due cuscini funebri rispettivamente al Sindaco di Roma Alemanno e alla Presidente della Regione Lazio Polverini per denunciare la scomparsa dei nidi pubblici. Lo riferisce, in una nota, l’Unione sindacale di base. Gli ‘omaggi’ floreali, spiega Usb, ”recano ironicamente la scritta: ‘Le educatrici affrante per la scomparsa dei nidi educativi pubblici”’. ”Se la nuova normativa sugli asili nido non sara’ ritirata immediatamente potremo davvero celebrare la morte dei nidi educativi – denuncia Caterina Fida dell’Unione Sindacale di Base – l’aumento del rapporto educatrice/bambino e la diminuzione dei metri quadri a loro disposizione creera’ asili pollaio, svuotati da ogni valenza educativa”. ”E’ inutile che la Polverini continui a fare riferimento ad assurdi allineamenti ai parametri delle altre regioni. Se fosse piu’ attenta – prosegue Fida – saprebbe che le educatrici di Bologna, Milano, Torino e con loro le famiglie, sono in lotta da anni per denunciare lo smantellamento dei servizi educativi per l’infanzia. E se Alemanno vuole davvero dare risposte alle famiglie, cominciasse ad aprire asili piuttosto che sovraffollare quelli esistenti, svendere i nostri nidi ai privati o licenziare centinaia di educatrici precarie”. Intanto le educatrici continuano la loro battaglia: ancora oggi sono state davanti ai nidi per informare i genitori e domani, al corteo di Roma incroceranno le braccia per lo sciopero generale indetto dal sindacalismo di base e saranno in piazza, con le fasce a lutto ed i cuscini funebri.

Potrebbero interessarti anche