11:52 | “Fruttarolo” entra in centro con targa contraffatta per 69 volte. FOTO

E’ finita l’impunità per il gestore di un banco di frutta di via Tomacelli. Modificando un numero della targa del suo furgone aveva eluso per 69 volte le telecamere poste ai varchi della Z.T.L. e le multe erano arrivate al proprietario romano di una Mercedes. Dai ricorsi proposti e dall’analisi delle riprese si è potuto accertare che era un furgone Nissan che transitava ai varchi con i numeri di targa alterati. Dall’ingrandimento della targa si è appurato che lo zero era stato modificato in otto con l’abile impiego di un pennarello e di un pezzo di nastro adesivo nero.

Sono stati gli agenti del XVIII Gruppo della Polizia di Roma Capitale a individuare il responsabile della frode proprio mentre stava parcheggiando il furgone a pochi metri dalla sua residenza in via di Valle Aurelia. Il fruttivendolo, un trentenne romano, utilizzava questo espediente per raggiungere impunemente il suo banco di frutta in via Tomacelli. Al momento è stato denunciato a piede libero per la contraffazione della targa e il veicolo è stato posto sotto sequestro. Il Prefetto stabilirà la sanzione che va dai 1.800 ai 7.000 euro. Oltretutto dovrà rispondere per gli accessi registrati per oltre 5.500 euro. Negli uffici del XVIII Gruppo, diretti dal comandante Davide Orlandi, i vigili stanno facendo ulteriori accertamenti sulla revisione del veicolo e perché tale mezzo fosse inserito nella lista del Comune di Roma dei veicoli abilitati al trasporto disabili grazie a un permesso handicap rilasciato dal Comune di Fondi.

Targa

Potrebbero interessarti anche