Lo “sgarbo” del maestro Luisi al Teatro dell’Opera

Teatro_opera_sliderAvrebbe dovuto dirigere il 30 settembre l’Erika di Strauss. Parte invece per New York e dà forfait

ROMA – A pochi giorni dall’inizio della nuova stagione del Teatro dell’Opera arriva la notizia di un improvviso forfait da parte del maestro Fabio Luisi che avrebbe dovuto aprire la stagione con l’opera lirica Elektra.
L’annuncio ha creato non pochi malumori all’interno del management dell’istituzione, come dimostrato da un comunicato a firma dell’ufficio stampa nel quale, neanche tanto sibillinamente, si dichiara che “la direzione del Teatro dell’Opera di Roma, nello stigmatizzare l’accaduto, sta valutando le azioni da intraprendere per la tutela dell’immagine della Fondazione, delle proprie maestranze e del proprio pubblico”.

La notizia dell’addio del maestro, in partenza per il Met di New York dove andrà a ricoprire il ruolo di principal conductor, ha messo in serie difficoltà il Teatro. Erano infatti cominciate martedì scorso le prove per l’opera lirica di Richard Strauss, che andrà comunque in scena il prossimo 30 settembre diretta dal maestro ungherese Stefan Soltesz, considerato oggi uno dei più importanti interpreti delle opere straussiane.

La mossa di Luisi dunque non è piaciuta affatto alla direzione. La nomina al Met, avvenuta pochi giorni fa, ma da mesi annunciata, è stata comunicata solamente oggi senza quindi dare alcun preavviso agli organizzatori. Non solo: il maestro Luisi ha annullato anche gli impegni con il Carlo Felice di Genova, il Musikverein di Vienna e la San Francisco Symphony Orchestra. Rinunce che molto probabilmente potevano essere comunicate tempestivamente così da permettere ai vari teatri di operare per tempo la sostituzione o, come nel caso della Fondazione romana, al nuovo direttore di cominciare per tempo le regolari prove. Una mancanza quindi che colpisce soprattutto l’Opera di Roma, unica istituzione, tra gli impegni di Luisi, ad avere in cartellone un’opera lirica come Elektra. Una spiacevole vicenda che nuoce al mondo della musica classica e dell’opera lirica.

Salirà dunque sul podio il 62enne Soltesz che, oltre ad essere il direttore artistico del Teatro d’opera di Essen, dirige regolarmente al Teatro dell’Opera di Vienna, Monaco, Berlino, all’Opera di Parigi, Amsterdam, Buenos Aires, al Covent Garden e nei maggiori teatri americani da Washinton a San Francisco.

Soltesz dirigerà dunque tra tre settimane la tragedia sofoclea con un cast di interpreti di rilievo internazionale: Felicty Palmer (Klytämnestra), Eva Johansson (Elektra), Melanie Diener (Chrysothemis), Wolfgang Schmidt (Aegisth), Alejandro Marco-Buhrmester (Orest). Le scene sono di Raimund Bauer, i costumi di Andrea Schmidt-Futterer. I movimenti scenografici di Denni Sayers, le luci di Duane Schuler. Maestro del Coro Gea Garatti Ansini.
Elektra, dopo la prima del 30 settembre, andrà in scena domenica 2 ottobre, martedì 4 ottobre, giovedì 6 ottobre e sabato 8 ottobre.

Potrebbero interessarti anche