16:49 | Morta per gioco erotico, Mulè accusato di omicidio colposo

E’ stato derubricato il reato contestato a Soter Murè, l’ingegnere romano di 42 anni accusato della morte di una giovane leccese durante un gioco erotico in un seminterrato dell’Agenzia delle entrate a Roma. All’uomo, che sabato notte aveva chiamato i soccorsi nel tentativo di salvare la vita alla ragazza, è stata riconosciuta l’imprudenza e l’imperizia ma non la volontarietà nel commettere il reato. E’ quanto ha deciso il gip del Tribunale di Roma, Marco Mancinetto. Un’altra ragazza, che era legata assieme alla vittima con la tecnica giapponese dello shibari, e’ ancora ricoverata in ospedale in coma farmacologico. La decisione del Gip e’ arrivata al termine dell’interrogatorio di convalida avvenuto a Regina Coeli.

Potrebbero interessarti anche