Macchinette per i biglietti Atac “usate” per truffa

atac-biglietteria-SLIDERLa disavventura di alcuni utenti del tpl. L’azienda dei trasporti: “Purtroppo caso non isolato”

ROMA – Meb capitoline a rischio truffa. L’allarme è stato lanciato da un utente della metropolitana di Roma: le macchinette automatiche per l’emissione dei biglietti sarebbero sfruttate da potenziali malviventi per un imbroglio ai danni di cittadini e turisti.

La denuncia è partita sul web. Giuseppe, blogger e passeggero del tpl, ha raccontato di aver perso venti euro nel tentativo di acquistare un biglietto della metropolitana nella stazione di Termini. “Tutto dipende da una falla nel sistema di funzionamento delle macchinette – ha spiegato l’internauta – Sono programmate per dare un resto massimo di quattro euro, quindi se si inseriscono banconote da dieci o venti euro per comprare solo un biglietto, che ne costa uno, il sistema si blocca e la macchinetta restituisce il denaro”. Ed è proprio qui, spiega Giuseppe, che si inserisce il potenziale truffatore.

“Se un malvivente volontariamente ostruisce la fessura di uscita delle banconote, l’utente ha la sensazione che la macchinetta sia guasta e si allontana per chiedere aiuto al personale Atac. Quindi il truffatore torna alla macchinetta, la sblocca e si appropria del denaro introdotto”.

Un caso isolato? Purtroppo no. Giuseppe, dopo questo episodio, ha sporto denuncia ai carabinieri. L’Atac, contattata da Romacapitale.net, ha spiegato che in più occasioni le Meb sono state manomesse da sconosciuti per rubare denaro o raggirare chi cerca di acquistare un biglietto. “Un’altra truffa tipica è quella del cartoccio”, spiegano. Come risolvere un problema del genere? “Monitorare tutte le macchinette è difficile perché molte si trovano all’aperto, in una piazza o magari dentro a un bus dove non ci sono telecamere – risponde l’Agenzia di trasporto – In ogni caso cerchiamo sempre di individuare e perseguire i malviventi che, oltre a creare disagi agli utenti del tpl, provocano danni materiali alle Meb”.

L’Atac ha assicurato che le macchinette segnalate da Giuseppe a Romacapitale.net saranno controllate e invita tutti a denunciare casi simili. Situazioni che aggiunte a orari ridotti, guasti alle linee e scioperi fanno del trasporto pubblico romano un servizio non all’altezza di una capitale europea.

(Federica Ionta)

Potrebbero interessarti anche