Giallo sul Cdm convocato d’urgenza mercoledì sera

ValottoL’adempimento sarebbe la proroga del capo di stato maggiore dell’Esercito Valotto al centro di una querelle

ROMA – È stato convocato per mercoledì alle 19.30 alla Camera nella sala del governo, il Consiglio dei ministri per “un urgente adempimento”. Secondo quanto si apprende, l’ordine del giorno riguarderebbe la proroga di una nomina nel settore militare.

L’urgenza, anche se si dovrà attendere un comunicato ufficiale, riguarda quasi certamente la proroga dell’incarico all’attuale capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Giuseppe Valotto, il cui mandato è in procinto di scadere, e la cui successione ha fatto alzare la temperatura all’interno dei vertici della forza armata.

Ad agitare le acque sembra infatti sia stata la decisione del ministro della Difesa, Ignazio La Russa, di sostituire Valotto con il suo capo di gabinetto, il generale di corpo d’armata Claudio Graziano. Una scelta che non sarebbe affatto piaciuta ai vertici dell’Esercito, al punto da suscitare la minaccia di dimissioni di massa nel caso fosse andata in porto la nomina di Graziano – vista come scelta dettata esclusivamente da criteri politici.

La situazione che aveva raggiunto i livelli di massima allerta, ha dunque forse portato il Consiglio dei ministri a prorogare l’incarico di Valotto, in modo da far abbassare la temperatura. Si tratta quasi certamente di una scelta tattica. Sei mesi infatti, o anche più, di proroga consentirebbero di liberare il campo dai possibili concorrenti di Graziano, visto che molti dei generali attualmente in pole position per la sostituzione di Valotto andrebbero in pensione. Contrari alla sua nomina non sarebbero solo i generali che si sentono scavalcati e che adesso minacciano le dimissioni, ma anche i due sottosegretari alla Difesa, Guido Crosetto e Giuseppe Cossiga.

Potrebbero interessarti anche