15:05 | Strauss-Kahn, 13 milioni davanti alla tv, ma il mea culpa non convince

Record di ascolti per la prima intervista in tv di Dominique Strauss-Kahn dopo lo scandalo sessuale in cui è rimasto coinvolto quattro mesi fa a New York. Quasi 13,5 milioni di persone hanno seguito i 24 minuti di intervista sul canale privato TF1, durante i quali l’ex direttore del Fondo monetario internazionale ed ex favorito del Partito socialista nella corsa per l’Eliseo ha ammesso una ”colpa morale” negando però la violenza. Si tratta del picco d’ascolti più alto per un telegiornale in Francia dal novembre 2005.
Il mondo femminista, però, non è rimasto convinto dalla contrizione mostrata dall’uomo, denunciando un ”grande piano di comunicazione”, anche perché l’intervista è stata condotta da Claire Chazal, amica personale della moglie di Strauss-Kahn, scelta che ha suscitato polemiche.

Anche nel partito socialista l’intervista ha provocato un certo malessere. “Poco convinto” si è detto Arnaud de Montebourg, candidato socialista alle primarie per le presidenziali, parlando di ”un’umiliazione collettiva e nazionale”. “Accetto la volontà di voltare pagina – ha commentato Segolene Royal, altra candidata alle primarie – anche per permettere ai francesi di elevare il dibattito politico”.

Potrebbero interessarti anche