Iva al 21%, attenzione alle truffe. La denuncia Federconsumatori

iva-truffa-SLIDERAlcuni commercianti provano a imporre ai clienti in cassa un prezzo più alto di quello esposto

 

ROMA – A meno di una settimana dall’aumento dell’Iva al 21% fioccano le denunce dei consumatori danneggiati dalle pratiche scorrette di alcuni commercianti. “Riceviamo numerose segnalazioni da parte di cittadini a cui viene imposta alla cassa una maggiorazione del prezzo esposto, giustificata con l’aumento dell’Iva – spiegano a Federconsumatori – Questo è un comportamento che va contro la legge”.

Non tutti, infatti, sanno che il consumatore è tenuto sempre e comunque a pagare solo il prezzo esposto, che non può essere soggetto ad alcuna variazione. Qualsiasi altra pratica, prosegue l’associazione, è scorretta “perché in questo modo si rende ingannevole il prezzo”.

La Federconsumatori ha annunciato di voler denunciare alla magistratura e all’antitrust i commercianti colpevoli di pratiche scorrette, e ha invitato i cittadini a non pagare qualsiasi cifra in più rispetto ai prezzi esposti,. “Qualora i commercianti volessero fare valere la maggiorazione dell’IVA lo facessero- concludono – ma esponendo chiaramente il nuovo prezzo comprensivo sul prodotto”.

Potrebbero interessarti anche