12:13 | Milanese, la Camera nega l’autorizzazione all’arresto

Notizia di poco fa battuta dalle agenzie. L’aula della Camera con il voto a scrutinio segreto ha negato l’autorizzazione all’arresto al deputato Marco Milanese, braccio destro di Tremonti, accusato di corruzione, rivelazione di segreto d’ufficio e associazione per delinquere nell’ambito dell’indagine sulla P4. La richiesta è stata respinta con 312 voti contrari e 305 favorevoli su 617 presenti e votanti.

Il deputato del Pdl, autosospesosi ieri dal partito, durante il voto dell’aula della Camera contrario al suo arresto è rimasto seduto al suo posto parlando al telefono. In attesa del voto l’ex consigliere di Giulio Tremonti aveva mostrato tutto il suo nervosismo, sbattendo ripetutamente le mani sul banco. Dopo l’esito della votazione i colleghi del Pdl si sono avvicinati a lui per abbracciarlo. Da notare che il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, presente in Aula, durante il voto avevo lo sguardo fisso verso gli scranni dei deputati del Pdl. Subito dopo l’edito del voto che lo ha definitivamente salvato, Milanese è entrato nella sala del governo dove si trova il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi.

Potrebbero interessarti anche