10:27 | Roma violenta, Veltroni: “Le infiltrazioni malavitose ci sono”

Parlare di “Roma violenta” non è più un tabù. Dopo la morte di Ennio Lupparelli, il 68enne investito a San Basilio da un malvivente che aveva appena scippato sua moglie, l’ex sindaco di Roma oggi deputato del Partito democratico, Walter Veltroni, parla di infiltrazioni mafiose. “Penso che a Roma ci sia un’infiltrazione di criminalità organizzata della camorra e della ‘ndrangheta – ha detti Veltroni – perticolarmente efferata e violenta, sulla quale bisogna avere un salto di attenzione perchè la città e l’area del litorale pontino sono investite probabilmente dalla nascita di un nuovo soggetto criminale”.

L’ex sindaco ha riportato l’attenzione sul numero di omicidi che ci sono stati in città e sulle recenti notizie di cronaca nera. Per Veltroni combattere la violenza non è solo un fatto di repressione ma anche di clima sociale: “Si ironizzò sulle ‘feste dei vicini’ e sulle iniziative sociali che facevamo ma erano tutte cose che tendevano a stabilire dei rapporti di relazione umana e spirito di comunità senza il quale una grande città diventa violenta. Quelle iniziative – conclude – non erano solo sociali, ma un modo per garantire la sicurezza”.

L’assessore ai Lavori pubblici e alle periferie Fabrizio Ghera non ha voluto rilasciare dichiarazioni a proposito.

Potrebbero interessarti anche