Cambio ai vertici di Europarc, un italiano nel board

giampiero-sammuriGiampiero Sammuri, romano, nel Consiglio dell’organizzazione che gestisce 400 aree protette

ROMA – Giampiero Sammuri entra nel board di Europarc. Il presidente di Federparchi, 57 anni, di Roma, è stato nominato nel Consiglio dell’associazione europea che rappresenta quasi 600 istituzioni ed enti incaricati della gestione di 400 aree protette in 38 Paesi europei. Proprio da Federparchi è stata promossa la sua candidatura al Consiglio di Europarc Federation, dove Sammuri è stato eletto con 150 voti, risultando il più gradito insieme al membro olandese.

Tra i suoi numerosi incarichi, ricoperti in 25 anni di gestione di aree protette, c’è anche quello di presidente del Parco regionale della Maremma, docente all’università di Siena, dirigente provinciale nelle amministrazioni di Siena e Grosseto.

Sammuri, insieme a un collega olandese, un ungherese, un belga e un lituano, affiancherà il nuovo presidente di Europarc, lo svedese Thomas Hansson.

Soddisfatti i vertici di Legambiente. “Il nostro auspicio – ha detto il presidente Vittorio Cogliati Dezza – è che questa nomina possa contribuire a rilanciare e risollevare le aree protette del nostro Paese, nazionali e regionali, dalle difficoltà operative in cui versano”.

Potrebbero interessarti anche