09:41 | Apre conto corrente sotto falso nome, denunciato per truffa

Era da tempo titolare di un conto corrente personale, presso una filiale delle Poste Italiane sul quale faceva confluire grosse somme di denaro distratte dai proventi di una società, con sede nella Capitale, nella quale era subentrato quale amministratore unico con false generalità. All’apertura del conto presso le Poste, allo stesso modo, l’uomo aveva presentato una Carta di Identità con un falso nome. Questo stesso stratagemma gli è però costato caro.

Il trucchetto dell’uomo, un 49enne originario della provincia di Potenza, ma da tempo residente ad Albano Laziale, è stato smascherato dai Carabinieri dopo una segnalazione fatta da un impiegato delle Poste Italiane che aveva notato che il documento, presentato per una delle tante operazioni allo sportello, era alterato. Il 49enne è stato così denunciato a piede libero con le accuse di falsa attestazione a pubblico ufficiale, possesso di documenti falsi e truffa. Faceva accreditare sul conto buona parte degli introiti della sua società. I militari hanno avviato un’indagine che ha consentito di sequestrare oltre 72mila euro, una metà dei quali ancora insistenti sul conto corrente postale, l’altra rinvenuta in contanti nell’abitazione del truffatore, e un’ingente mole di incartamenti dai quali risultano le movimentazioni di denaro in entrata e in uscita dal conto corrente.

Potrebbero interessarti anche