13:33 | Nobel: premio per la fisica a Perlmutter, Riess e Schmidt

Gli americani Saul Perlmutter e Adam Riess e l’australiano-statunitense Brian Schmidt hanno vinto il Nobel per la Fisica per i loro studi sulle supernove. ”Hanno studiato decine di stelle che esplodono, chiamate supernove e hanno scoperto che l’universo è in espansione a una velocità in accelerazione permanente” ha annunciato il comitato Nobel a Stoccolma.

I tre studiosi, osservando in particolare le supernove di tipo 1a, considerate le sentinelle dell’universo di cui si conosce perfettamente la luminosità e che servono a misurare le distanze, hanno scoperto che l’espansione dell’universo è in accelerazione. ”Da più di un secolo – sottolinea un comunicato del comitato Nobel – si sapeva che l’universo era in espansione dopo il Big-Bang avvenuto 14 miliardi di anni fa, tuttavia la scoperta che questa espansione è in accelerazione è sbalorditiva”.
”Mi sento un pò come quando sono nati i miei figli, le ginocchia mi tremano. Sono molto eccitato, molto felice”, ha dichiatato Brian Schmidt, 44 anni, raggiunto in Australia al telefono dall’Accademia svedese. Brian Schmidt, nato nel 1967 nel Montana, a Missoula, dirige l’equipe di ricerca sulle supernove all’università nazionale australiana di Weston Creek.

Saul Perlmutter è nato invece nel 1959 nell’Illinois a Champaign-Urbana e insegna astrofisica all’università californiana di Berkeley. Adam Riess è nato nel 1969 a Washington e insegna astronomia e fisica all’università John Hopkins di Baltimora.

Metà dell’ammontare del premio (10 milioni di corone svedesi, quasi 1,1 milioni di euro) andrà allo statunitense Saul Perlmutter, mentre l’altra metà verrà divisa tra l’americano-australiano Brian Schmidt e lo statunitense Adam Riess.
“La scoperta è arrivata in maniera assolutamente sorprendente, persino per gli stessi vincitori”, ha aggiunto il Comitato.

Potrebbero interessarti anche