12:53 | Blitz di Avanguardia Studentesca. Sigilli a 4 scuola della Capitale contro degrado

A Roma le scuole nel particolare sono l’Orazio, con le sue scale in amianto, Primo Levi, con le barriere architettoniche ancora da implementare, Sisto V e Nomentano, due edifici scolastici fatiscenti.

“Sono solo il simbolo di moltissimi altri licei della capitale – dichiara Andrea Caputo, responsabile romano Avanguardia Studentesca – sono infatti 4 istituti su 10 che non rispettano le norme di sicurezza o sono parzialmente inagibili. La provincia ha promesso entro il 2013 di far partire 150 cantieri soltanto su Roma, ma è una goccia nell’oceano viste le esigenze locali. Riteniamo sia urgente convocare un tavolo tra l’amministrazione provinciale, responsabile dell’edilizia scolastica, e la rappresentanza studentesca per analizzare la situazione delle scuole superiori e predisporre gli interventi più immediati”.

“Avanguardia Studentesca lancia oggi la campagna – afferma Simone Rebichini, responsabile Roma-Sud Avanguardia Studentesca – per chiedere al Governo un piano nazionale dell’edilizia scolastica che preveda la costruzione di nuovi edifici scolastici, l’ammodernamento delle strutture esistenti e la messa in sicurezza di tutte le scuole”.

Ma nel blitz di oggi di Avanguardia Studentesca non c’è solo la Capitale. Sono infatti un centinaio di scuole italiane, da nord a sud, ”sigillate” questa mattina con tanto di nastro bianco rosso tra lo stupore degli studenti. Tra le città coinvolte Milano, Palermo, L’Aquila, Ancona, Caserta, Avellino, Treviso, Piacenza, Viterbo, Caltanissetta, Trani, Teramo. Davanti gli ingressi delle scuole sono stati affissi anche dei volantini con la provocatoria scritta “Tribunale della Giustizia Studentesca – Scuola sotto sequestro”.

Avanguardia Studentesca ha annunciato altresì che non parteciperà alla mobilitazione nazionale del 7 ottobre indetta da alcune sigle studentesche, tra cui l’Unione degli Studenti e la Rete degli Studenti: “La mobilitazione di domani – dichiara Francesco Di Giuseppe Coordinatore Nazionale – seppur condivisibile in alcuni punti è del tutto manovrata da sindacati e partiti. Noi siamo per la costruzione di un movimento unitario che si batta per difendere i diritti degli studenti e cambiare radicalmente il sistema scolastico, ma che al tempo stesso sia libero da qualsiasi strumentalizzazione politica e sindacale”.

SCUOLA_SOTTO_SEQUESTRO_BLITZ_AVANGUARDIA_STUDENTESCA

Potrebbero interessarti anche