14:20 | Scuola: domani sciopero e cortei in tutta Italia

Sciopero del personale scolastico domani e proteste studentesche in tutta Italia contro le politiche del Governo.

L’astensione dal lavoro è stata promossa da i sindacati di base, Unicobas, Usi e Usb e dalle associazioni degli studenti per denunciare ”l’opera di smantellamento della scuola pubblica”. “Scendiamo in piazza per mandare a casa il ministro Gelmini che distrugge le nostre scuole con tagli trasversali – spiega l’Udu – all’attacco diretto nei confronti di scuole e atenei si è aggiunto il drammatico taglio del 95 per cento del fondo nazionale per le borse di studio. Già nel 2009, con un fondo di 246 milioni, quasi 30.000 studenti che avevano diritto alla borsa di studio non l’hanno ricevuta per mancanza di finanziamenti. Nei prossimi mesi altre migliaia di studenti saranno costretti ad abbandonare gli studi universitari per l’assenza di qualunque sostegno da parte dello Stato”.

Contemporaneamente migliaia di studenti scenderanno in piazza in oltre 90 città. I cortei – informa la Rete della conoscenza, tra i promotori della protesta – saranno aperti da rumorose pentole, suonate come tamburi.

E sabato si replica. In pullman da tutta Italia, infatti, arriveranno a Roma migliaia di studenti per la manifestazione nazionale indetta dalla Cgil “Senza pubblico non c’è futuro” per il pubblico impiego e per i lavoratori della conoscenza. “Istruzione, formazione e ricerca pubblica vanno considerati beni comuni – si legge nella nota del sindacato -. Con la manifestazione vogliamo raccogliere l’urlo della disperazione dei giovani esclusi dal lavoro, dal welfare e dal diritto allo studio e condannati a pagare più di tutti i costi della crisi”.

Potrebbero interessarti anche