Giochi, a gennaio 2012 l’Agenzia dei Monopoli

mastaiLa trasformazione avverrà non prima dell’anno prossimo e sarà articolata in sei direzioni centrali e 62 provinciali

ROMA – La trasformazione di Aams in Agenzia dei Monopoli avverrà ufficialmente nel gennaio 2012. È quanto emerso ieri dalla riunione consultiva convocata dal Governo con Aams e le organizzazioni sindacali.

Nel corso dell’incontro il sottosegretario all’Economia, Alberto Giorgetti, che ha illustrato l’operazione dal punto di vista politico, ha valorizzato l’importanza dell’Agenzia dei Monopoli, anche alla luce della crisi economica, una trasformazione che, ha assicurato, garantirà nuove entrate.

Raffaele Ferrara, attuale direttore generale di Aams ha, invece, illustrato il nuovo modello organizzativo. “L’Agenzia sarà articolata in sei direzioni centrali, 62 provinciali e 20 distaccate in attesa di diventare direzioni provinciali – ha spiegato ad Agipronews Luciano Boldorini, coordinatore nazionale Cgil per le Agenzie fiscali – Il modello è lo stesso delle altre Agenzie quindi verrà stipulata una convenzione con il Mef, con obiettivi e quota incentivante per il finanziamento dell’Agenzia stessa. Ricalca molto il modello dell’Agenzia delle Entrate, che è la più strutturata rispetto alle altre. L’organico prevede 2786 unità di personale, 102 dirigenti di seconda fascia, e 7 di prima. Va sottolineato che sarà l’Agenzia del Monopoli e non ‘dei giochi’, come erroneamente detto, perché abbraccerà tutte le attività di Aams. La Cgil  – ha concluso Boldorini – condivide il progetto, anche se le altre Agenzie Fiscali nascevano in un momento completamente diverso, per la riorganizzazione della Pubblica Amministrazione”.

Sempre ieri è arrivata la notizia delle dimissioni, per motivi personali, di Gabriele Villa dalla carica di membro del Cda di Snai. Villa, ricopriva la carica di amministratore indipendente ed era presidente del comitato di controllo interno. Nel corso della prossima riunione, il Cda valuterà la cooptazione di un nuovo amministratore.

Potrebbero interessarti anche