Bando Newslot, 13 pretendenti per un mercato da 40 mld

slot_machineScade oggi il bando per le nuove licenze. Oltre agli attuali operatori anche Merkur-Win, Intralot e uno dei gestori slot

ROMA – I concessionari per New Slot e Vlt sono pronti a fare ’13’. Ai dieci attuali operatori che gestiscono la rete degli apparecchi da gioco (B Plus, Lottomatica, Sisal, Snai, Cirsa, Cogetech, Gamenet, Gmatica, Codere e Hbg) potrebbero aggiungersi tre new entry: quasi certa la partecipazione – secondo indiscrezioni pervenute ad Agipronews – di Merkur-Win e Intralot, operatori che hanno già concessioni per il gioco online e una rete di agenzie scommesse. Ma il nuovo bando ha suscitato forte interesse anche tra le società dei gestori slot (gli incaricati che si occupano della collocazione e manutenzione degli apparecchi negli esercizi per conto dei concessionari), con la concreta possibilità che da una di queste arrivi almeno una domanda di partecipazione al bando di gara.

Il termine per la presentazione delle domande è fissato alle 16 di oggi pomeriggio, con apertura delle buste mercoledì alle 11. Almeno uno tra i dieci attuali concessionari si sarebbe portato avanti con il lavoro e, sin da venerdì, avrebbe già prodotto la documentazione per mantenere la concessione, ma è pressoché scontato che – a ridosso della scadenza – arriveranno puntuali anche i documenti delle altre nove società già operative del settore.

Di sicuro, nei prossimi giorni, il lavoro dei Monopoli di Stato diverrà febbrile per terminare la procedura di assegnazione entro il 31 dicembre, data in cui scadranno definitivamente le concessioni degli attuali operatori. Una data che non prevede ulteriori deroghe, vista la delicatezza del tema: ogni ritardo potrebbe suscitare – in caso di imprevisti – i richiami della Commissione Europea. Un ostacolo potrebbe essere rappresentato poi dal ricorso al Tar Lazio della società B Plus sui requisiti di solidità patrimoniale (tra cui l’indice di indebitamento e di autonomia finanziaria) previsti per tutti i concessionari di gioco pubblico dalla Legge di Stabilità. Un ricorso che è stato rinviato direttamente alla discussione di merito per il prossimo 13 dicembre, con la pubblicazione in tempi rapidi della sentenza dei giudici amministrativi.

La documentazione sulla solidità finanziaria, come hanno già precisato i Monopoli nei chiarimenti al bando di gara, non dovrà essere presentata, ma i concessionari, nella domanda di partecipazione, dovranno “impegnarsi a mantenere, per l’intera durata della concessione” i requisiti patrimoniali.

Potrebbero interessarti anche