Manifestazione di sabato, chiude Palazzo delle Esposizioni

indignati-bankitalia-SLIDERSul sito del museo l’avviso che tutte le iniziative sono sospese fino a domenica. Stanotte sgomberati gli Indignati su via Nazionale

ROMA – Il giorno dopo il tentato assedio degli Indignati italiani a Bankitalia, terminato nella notte con lo sgombero dei manifestanti accampati lungo via Nazionale, la città si prepara con apprensione alla maxi-protesta di sabato 15 ottobre.

Palazzo delle Esposizioni ha annunciato sul suo sito internet che “per disposizioni di ordine pubblico e per la sicurezza delle opere d’arte ospitate” dovrà “rimanere chiuso e riaprirà al pubblico domenica 16 ottobre. Tutti gli eventi previsti sono rimandati a data da destinarsi”.

Sul blitz a via Nazionale, avvenuto nella notte, si è espresso anche Fabrizio Tomaselli, dell’Esecutivo nazionale Usb: “Mentre però a New York, ad Atene, a Madrid si manifesta davanti ai simboli del potere economico e politico, in Italia scandalosamente le autorità vietano ai manifestanti di raggiungere il Parlamento e le principali sedi di chi è responsabile e rappresentante delle politiche del nostro paese”. Diversa la versione del questore di Roma, Francesco Tagliente, che ha fatto i complimenti agli agenti: “Abbiamo tentato una mediazione con i manifestanti, l’intervento è stato comunque equilibrato”.

Intanto cresce la preparazione del maxi evento Euromediterraneo di sabato. Su Facebook alcuni degli Indignati “promotori” hanno annunciato che sarà “una protesta che coinvolge tutti, nessuno escluso, affinché il punto centrale delle azioni di tutti i governi, sia l’essere umano e non l’economia e la finanza”.

 

Leggi anche:

Roma si blinda, ma gli Indignati sono pacifici (12 ottobre 2011)

Monta la febbre del sabato pomeriggio (12 ottobre 2011)

L’arte sovietica del Novecento a Palazzo delle Esposizioni (13 ottobre 2011)

Potrebbero interessarti anche