Occupyrome e Yeswecamp: i nuovi tag e il percorso della protesta

palazzo_esposizioni_occupatoSocial network grandi protagonisti dell’organizzazione per la manifestazione Euromediterranea del 15 ottobre, che dovrebbe portare a Roma oltre duecentomila persone. I dettagli del percorso

ROMA – Si parla di 719 cortei in tutto il mondo, per dire basta allo strapotere della finanza e al salvataggio delle banche a spese dei cittadini. La manifestazione Euromediterranea di Roma, organizzata sabato 15 ottobre, si inserisce in questo maxi-quadro mondiale. E secondo l’Arci, tra le associazioni “indignate”, nella Capitale arriveranno centinaia di pullman da oltre 70 città italiane.

Intanto, oltre alla protesta, l’organizzazione dell’evento prende corpo sul web. Su Twitter, segnalati dai tag occupyrome e yeswecamp, tutti gli aggiornamenti e gli appelli degli Indignati d’Italia. Nei messaggi si parla di finanza, Bce e soprattutto dell’idea di accamparsi per le strade di Roma per una manifestazione pacifica. “Ho sempre sognato di abitare a Roma – scrive un utente di Twitter – quale migliore occasione”. Segnalata, tra le altre cose, l’occupazione dell’Agenzia delle entrate a Napoli.

In strada, invece, la protesta continua lungo via Nazionale. Dopo lo sgombero nella notte dei manifestanti accampati davanti a Palazzo Koch, sede di Bankitalia, oggi pomeriggio alcuni ragazzi sono tornati sulla scalinata del Palazzo delle Esposizioni, e hanno piantato delle tende.

La mobilitazione ha messo in allarme le istituzioni. Preoccupato l’assessore alla Mobilità di Roma Capitale, Antonello Aurigemma, che ha parlato do un “un piano di emergenza” messo a punto dal Comune.

Il percorso

I manifestanti si incontreranno alle 14 in piazza della Repubblica. Da lì il corteo attraverserà via Cavour, via dei Fori Imperiali, via Labicana e via E.Filiberto prima di raggiungere piazza San Giovanni. A San Giovanni saranno allestiti diversi speakers’ corner per dare ai manifestanti la possibilità di prendere parola. Dal punto voce principale si susseguiranno i rappresentanti delle principali lotte in corso in Italia, dai cassintegrati della Fiat, agli studenti, ai precari, ai lavoratori dello spettacolo, alle vertenze in difesa del territorio e dei beni comuni. La manifestazione dovrebbe concludersi alle 21.

A causa dei corteo l’Atac ha già annunciato che saranno deviate 41 linee di autobus.

 

Leggi anche:

Manifestazione di sabato, chiude il Palazzo delle esposizioni (13 ottobre 2011)

Roma si blinda, ma gli Indignati sono pacifici (12 ottobre 2011)

Monta la febbre del sabato pomeriggio (12 ottobre 2011)

Potrebbero interessarti anche